Pagine

Cerca nel blog

domenica 28 dicembre 2014

Auguri!

Con qualche giorno di ritardo, nel bel mezzo delle festività natalizie, i miei auguri perché si sappia sempre dare e ricevere amore. 

Auguri! 



domenica 16 novembre 2014

Che Dio ci perdoni

Dopo una cerimonia "di massa" come può essere il battesimo, la comunione, la cresima, il matrimonio, ci sarebbe bisogno almeno di altre due messe riparatrici per azzerare quei cattivi pensieri che la nostra pazienza e bontà cristiana non sono riuscite a filtrare.

Stamani sono finita in una messa con dei battesimi. Pensiamo a quanto sarebbe bello, secondo liturgia e fede, questo momento di ingresso nella comunità cristiana con tutti i suoi riti e quello che significano.

giovedì 13 novembre 2014

In un doppio cd i principali momenti musicali legati all'elezione di papa Francesco

La musica crea atmosfera, raccoglimento ed è anche strumento di documentazione storica. Mai prima d'ora era stato possibile ascoltare musiche e canti dei principali momenti legati a un conclave.
Da pochi giorni è in distribuzione in Italia (nel resto del mondo lo sarà dal 28 novembre) il doppio cd "Habemus papam", presentato questa mattina nella Sala Stampa della Santa Sede.
Si tratta del frutto di un accordo di esclusiva tra l'etichetta discografica Deutsche Grammophon e la Cappella Musicale Pontificia "Sistina" che consente di ascoltare la musica e i canti che hanno accompagnato il conclave del 2013, quello che ha portato all'elezione di papa Francesco.

sabato 8 novembre 2014

Una giornata per l'informazione religiosa, in ricordo di Giuseppe De Carli

L'informazione religiosa, cosa è e come si fa, il rapporto con la Chiesa, i vaticanisti e il maestro-vaticanista Giuseppe De Carli cui è dedicato il Premio annuale istituito dall'Associazione culturale "Giuseppe De Carli - Per l'informazione religiosa". 
Ci sarà tutto questo nell'evento che si svolgerà giovedì 20 novembre alle ore 16.30 alla Pontificia Facoltà Teologica "San Bonaventura" Seraphicum di Roma.
Una tavola rotonda, la presentazione dei lavori vincitori e la premiazione, la presentazione del libro "Dio è comunicazione per eccellenza" che forse, già nel suo titolo, può aiutare e ricondurre a porci in "semplice ascolto" delle notizie, cogliendo quello che è il fatto, deponendo quelle forzature e interpretazioni che - troppo spesso - non rendono omaggio a un buon giornalismo.
Ma, soprattutto, la giornata sarà l'occasione per un incontro tra esponenti ecclesiali e giornalisti, per trascorrere qualche ora in ascolto e confronto sui passi di chi ha dato un alto esempio della professione.

A seguire il comunicato stampa con il programma completo e i dettagli della cerimonia. 

giovedì 6 novembre 2014

Che "diluvione" sia! Quando l'allerta meteo diventa una questione sociale...

Non è buona cosa augurarsi un nubifragio, un'alluvione, un diluvio eppure in queste ore di allerta con codice rosso per la città di Roma e zone limitrofe, il senso civico porta a sperare che le autorità debbano avere ragione.
Non per un malcelato masochismo ma per continuare a credere nella parola dell'autorità, nelle previsioni meteo, in un sistema di tutela del cittadino che, dovrebbe in realtà essere più basato sulla formazione a una cultura dell'emergenza piuttosto che a raccogliere le emergenze lanciate a piene mani .

mercoledì 1 ottobre 2014

La Bibbia francescana: tornare a Dio sui passi di san Francesco

Una Bibbia in declinazione francescana per offrire un contributo all'evangelizzazione, per ribadire la centralità della Parola, per approfondire l'intreccio con il francescanesimo che, proprio da quella sorgente, ha tratto e trae nutrimento.
È una bella iniziativa editoriale quella promossa dal variegato mondo francescano che, seppur diviso in diverse famiglie, ha messo a punto un progetto comune che riconduce alla Parola di Dio, nucleo di una fede di cui si sono fatti straordinari testimoni san Francesco e santa Chiara, due dei santi più amati di ogni tempo.
La Bibbia francescana - pubblicata da Edizioni Messaggero Padova - è stata presentata questa mattina nella sala Marconi della Radio Vaticana da monsignor Domenico Sigalini, vescovo di Palestrina, da fra Mauro Jöhri, Ministro generale dell'Ordine dei Frati minori cappuccini e presidente della Conferenza della Famiglia francescana e da fra Fabio Scarsato (OFMConv), direttore editoriale del Messaggero di Sant'Antonio.

mercoledì 10 settembre 2014

Fondamentalismo islamico e deficit di identitá

Abbiamo vissuto un'estate meteorologicamente non calda ma bollente sul piano degli scenari internazionali e delle possibili ripercussioni sul nostro Paese così come sulle nostre certezze.
La preoccupazione principale è stata, o avrebbe dovuto essere, quella delle violenze e delle minacce all'Occidente e, più in generale alla libertà, da parte dell'Isis, lo Stato islamico dell'Iraq e della Siria.
Un manipolo di guerriglieri jihadisti invasati che, in nome di un Dio così lontano dalla violenza, stanno cercando di imporre il loro potere con una inaudita crudeltà. Minacciando, uccidendo, perseguitando, cacciando dalle loro case, violentando le donne, prendendo in ostaggio i bambini e commettendo le peggiori crudeltà contro i cristiani, le minoranze religiose e, in senso lato, gli "infedeli".

lunedì 11 agosto 2014

Sant'Anna di Stazzema: l'eccidio che insegna perdono e amore

Ogni anno salgo a Sant'Anna di Stazzema per partecipare, idealmente, a quel girotondo al quale sono state strappate - il 12 agosto di 70 anni fa - tante vite innocenti, colpevoli solo di stare al mondo, in una estate marchiata dalla guerra. Ma qui si è andati oltre qualsiasi logica bellica, qui si è scesi nel baratro della mente e dei cuori, saldando la follia nazista a quella fascista, salendo da più parti su questa collina versiliese, alle prime luci dell'alba, accerchiando donne, bambini, anziani e uccidendone barbaramente 560. Senza trovare gli uomini, i partigiani, ma scagliandosi contro un'umanità inerme e lontana da qualsiasi logica di violenza.

venerdì 25 luglio 2014

Una riflessione sul primato del dono

 
di Orlando Todisco*
 
 
 
L’Occidente è la terra della ragione. Non c’è nulla di cui la ragione non possa o non debba render conto, Cartesio qualificherà Dio stesso come ‘causa sui’. Niente, neppure Dio può fare eccezione al principium reddendae rationis.
La modernità è l’età della potenza della ragione, cui tutto è subordinato. Diventando scientifico-tecnica, la ragione segna di sé la società contemporanea, lungo un crinale di crescente contrazione dello spazio del soggetto, funzionario di ruoli, non più padrone di sé, in balìa dell’economia e questa della tecnologia.

mercoledì 25 giugno 2014

Il buon giornalismo religioso: ultimi giorni per iscriversi al Premio "Giuseppe De Carli"

Saranno tre i settori giornalistici che riceveranno un riconoscimento nella seconda edizione del Premio “Giuseppe De Carli”, bandito dall’omonima Associazione: testi scritti, servizi radiofonici e servizi televisivi
Gli stessi settori saranno premiati anche nella categoria “Giovani”, che comprende coloro che al 31 dicembre 2013 non abbiano superato il 30º anno d’età.

sabato 21 giugno 2014

I vincitori del Premio Ratzinger 2014

La francese Anne-Marie Pelletier e il polacco Waldemar Chrostowski sono i vincitori della quarta edizione del Premio Ratzinger, promosso dalla Fondazione vaticana Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, che sarà conferito il prossimo 22 novembre. I nomi dei due vincitori sono stati comunicati durante la conferenza stampa nel corso della quale è stata presentata un'altra importante iniziativa: il convegno sul tema "Il rispetto per la vita, cammino per la pace" che si terrà il 23 e 24 ottobre presso la Pontificia Università Bolivariana di Medellín, in Colombia.


lunedì 9 giugno 2014

Un abbraccio di fratellanza. Ma adesso tocca anche alla politica

Ancora una volta la luna ha fatto capolino nello spicchio di cielo sopra il Vaticano per scrutare una pagina che entrerà, indipendentemente dagli esiti, nella storia mondiale.
Era stato san Giovanni XXIII a pronunciare, la sera dell'11 ottobre del 1962 all'apertura del Concilio Vaticano II, quel celebre discorso. "Si direbbe che persino la luna si è affrettata, stasera a guardare questo spettacolo".  
Ieri sera, volgendo lo sguardo al cielo, si notava distintamente una luna quasi espressiva sovrintendere allo storico abbraccio tra papa Francesco, il presidente dello Stato di Israele Shimon Peres, quello dello Stato di Palestina Mahmoud Abbas e il Patriarca ecumenico Bartolomeo I.

venerdì 6 giugno 2014

Il mondo guarda con speranza al Vaticano e all'incontro per la pace convocato da papa Francesco

La pace imbocca la strada della preghiera, per prendersi una pausa dalla politica e restituire la speranza. 
È questo, in estrema sintesi, il senso dell'incontro convocato per il tardo pomeriggio di domenica da papa Francesco in Vaticano e al quale parteciperanno il presidente israeliano Shimon Peres e quello palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen), alla presenza del Patriarca ecumenico Bartolomeo.

martedì 27 maggio 2014

Beati i costruttori di pace



Settantadue ore per dare nuovo vigore al dialogo di pace in Medio Oriente, per mettere un altro tassello sulla strada dell'unità dei cristiani e nel difficoltoso puzzle per la fratellanza tra i popoli. 
L'espressione "Ut unum sint" - "che tutti siano una cosa sola" - non è solo l'invocazione di Cristo durante l'ultima cena o il titolo della lettera enciclica di Giovanni Paolo II sull'impegno ecumenico (diffusa il 25 maggio del 1995), ma è anche l'incisivo appello di papa Francesco al mondo, perché si sappia realizzare quella prossimità dei sentimenti che diventi vera e propria comunione con l'altro.

giovedì 22 maggio 2014

La Chiesa di Francesco e quella dei buffet

C'è modo e modo di essere Chiesa.
C'è quello di Madre Teresa di Calcutta e di migliaia di religiosi e laici impegnati ogni giorno, in tutto il mondo, con gli ultimi e i più poveri e c'è quello di chi "sporca" la Chiesa e la sua credibilità con buffet riservati a vip. Peraltro in un contesto - quello della canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II - che doveva nutrire l'anima più che il corpo.

mercoledì 7 maggio 2014

Giuseppe De Carli, umiltà e serietà per raccontare la Chiesa

Di seguito l'intervista realizzata dal collega Nicola Rosetti per Zenit


Roma,  (Zenit.orgNicola Rosetti


In preparazione del primo meeting dei giornali cattolici on line che si terrà a Grottammare (AP) dal 12 al 14 giugno, stiamo intervistando personalità di spicco del mondo cattolico che si occupano di informazione. Oggi è la volta di Elisabetta Lo Iacono, docente di giornalismo presso la Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura” Seraphicum di Roma, socia fondatrice e presidente dell'Associazione Culturale "Giuseppe De Carli - Per l'informazione religiosa", istituita nel gennaio del 2012 per onorare la memoria del celebre vaticanista, scomparso prematuramente all'età di 58 anni.

domenica 4 maggio 2014

Un Paese governato dagli ultras

Quando lo sport non è più sport ma diventa pretesto per atti di violenza, allora bisogna fermarsi per riflettere, per prendere provvedimenti seri e per ricostruire una cultura della civiltà.  
Il pre-partita per la finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina, disputata a Roma, ha rappresentato l'ulteriore campanello di allarme diventato ormai uno stonato campanaccio tranne che alle orecchie sorde di chi, anteponendo gli interessi economici a quelli sociali, non ha alcuna voglia di cogliere questi segnali preoccupanti.

domenica 27 aprile 2014

I santi secondo Joseph Ratzinger


L'intensità di questa domenica, con la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, non può concludersi con un semplice bilancio della giornata.
Non può bastare pensare allo svolgimento della cerimonia, alle emozioni vissute in un preciso istante o all'eco provocata dai media di tutto il mondo.
La Chiesa non riconosce la santità per creare eventi liturgici o per aumentare le pagine del Martirologio romano bensì per indicare la traccia di un cammino che possa essere seguito da ognuno di noi.

Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II sono santi, anche per la Chiesa

La devozione popolare da tempo li considerava santi e stamani la Chiesa ha riconosciuto la santità di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II, il papa della docilità allo Spirito e il papa della famiglia così come Francesco ha definito i due predecessori nel corso dell’omelia per la canonizzazione.
Una giornata storica, non solo per la santificazione contemporanea di due papi ma soprattutto per la presenza di due pontefici, il regnante Francesco e l’emerito Benedetto XVI che ha preso parte alla cerimonia tra i cardinali concelebranti, accolto al suo ingresso da un lungo applauso della piazza.

sabato 26 aprile 2014

Grande attesa per la cerimonia di domani con papa Francesco e Benedetto XVI

Per la prima volta nella storia della Chiesa saranno presenti due pontefici alla cerimonia di canonizzazione di altrettanti predecessori. La conferma sulla partecipazione del papa emerito Benedetto XVI è stata data stamani durante l’ultimo dei sette briefing della settimana, appuntamenti nel corso dei quali la sala stampa della Santa Sede ha offerto approfondimenti sulle figure di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II.

venerdì 25 aprile 2014

Preghiera, lavoro e sorriso: gli ingredienti della santitá di Giovanni Paolo II

Per ventidue anni ha incontrato i giornalisti nella Sala Stampa della Santa Sede per comunicare al mondo l’attività magisteriale di papa Giovanni Paolo II. Oggi Joaquin Navarro-Valls è tornato per commentare la santità di quel pontefice che lui stesso ha percepito sin dalla prima volta che lo ha visto pregare.

Una sensazione chiara perché in fin dei conti, come ha detto l’ex portavoce di Giovanni Paolo II,  "o uno è santo mentre è vivo o non lo sarà mai”.

Il programma della canonizzazione e della vigilia di preghiera

Sarà una veglia di preghiera e di riflessione quella di sabato sera, con una speciale “notte bianca” che condurrà alla cerimonia di canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, in programma domenica mattina in piazza San Pietro.
Nel consueto briefing pre-evento, organizzato dalla Sala Stampa della Santa Sede, sono state fornite questa mattina ulteriori informazioni relative alla cerimonia di domenica e alle iniziative collaterali.

Le telefonate, private, di papa Francesco

Non si attenua la grande e prevedibile eco mediatica sulla presunta telefonata di papa Francesco alla signora argentina sposata civilmente con un uomo divorziato durante la quale il pontefice avrebbe detto  che può fare la comunione e che in Vaticano sarà presto affrontata la questione dei divorziati risposati e della possibilità di accedere all’eucarestia.
Un tema di grande delicatezza, al centro di numerose e decise prese di posizione anche in vista del prossimo sinodo dei vescovi, previsto in ottobre, nel corso del quale sarà trattato pure questo argomento molto atteso.

lunedì 21 aprile 2014

Gli incontri per l'evento mediatico della canonizzazione

Foto Evandro Inetti
Conto alla rovescia per l'atteso evento di fede di domenica 27 aprile, con la cerimonia di canonizzazione di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II.
Papa Francesco presiederà in piazza San Pietro la cerimonia nel corso della quale papa Roncalli e papa Wojtyla saranno proclamati santi, con l'auspicio dei fedeli che su quell'altare possa essere presente anche il papa emerito Benedetto XVI, fortemente legato a entrambi i pontefici.

sabato 19 aprile 2014

Buona Pasqua!

Ai lettori del mio blog auguri di cuore, perché ognuno riesca a comprendere, interiorizzare e testimoniare il senso più profondo della Pasqua!
 

mercoledì 16 aprile 2014

Auguri e grazie, papa Benedetto!

Il 16 aprile di 87 anni fa nasceva Joseph Ratzinger, eletto papa il 19 aprile del 2005 con il nome di Benedetto XVI.
Un pontificato condotto con grande forza e coraggio, come estremamente coraggiosa è stata la sua decisione, comunicata in quello storico 11 febbraio del 2013, di rinunciare al pontificato.
Un papa spesso non compreso nella sua grande profondità e umiltà, giudicato ricorrendo alle facili etichette della semplificazione che ne hanno tracciato un profilo improntato alla freddezza e al conservatorismo.
Un papa che, se solo fosse stato ascoltato senza fermarsi all'immagine, sarebbe stato conosciuto nella sua profondità ma anche nella sua accessibile semplicità teologica, nella sua grande preparazione, in quell'attenzione all'uomo che niente aveva da "invidiare" ai predecessori né, oggi, al successore.

mercoledì 2 aprile 2014

Un santo per amico

Nove anni fa moriva il papa che ha impresso una nuova dimensione pubblica al papato e che ci ha avvicinati al concetto di santità grazie anche a quella capacità di contemperare la dottrina con le esigenze della modernità.
Ripensare oggi al pontificato di Giovanni Paolo II significa guardare lontano e non solo in senso temporale. Era il 16 ottobre del 1978 quando fu eletto e da quel giorno cominciò una rivoluzione improntata alla fermezza dei valori e alla dolcezza dei sentimenti: via i regimi totalitari contro i quali Karol Wojtyla frappose tutta la sua energia morale e porte aperte, anzi spalancate, a Cristo e quindi a ogni uomo.

lunedì 31 marzo 2014

In cammino verso la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II

Sarà un mese di grande attesa quello che condurrà alla cerimonia di canonizzazione dei beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, il “papa buono” e il papa dell’"aprite le porte a Cristo", in programma domenica 27 aprile in piazza San Pietro. Lì saranno puntati gli occhi del mondo, di quanti presenti fisicamente o virtualmente a un evento molto atteso e per il quale si prevede una vastissima partecipazione di fedeli.
La macchina organizzativa sta mettendo a punto ogni dettaglio e stamani, nella Sala Stampa della Santa Sede, si è svolta la prima conferenza stampa di preparazione all’evento che, oltre ai cadenzati aggiornamenti, vedrà nella settimana della canonizzazione dei briefing quotidiani per la stampa internazionale, proprio come avvenuto nel recente mese “storico” della Chiesa, quello tra la rinuncia di Benedetto e l’elezione di Francesco. 

mercoledì 26 marzo 2014

Io prendo te con un tweet

La notizia è di quelle che fanno sorridere e che inducono a pensare come certe bizzarrie partorite in terra d'America potrebbero attecchire presto anche da noi: esperti di social network pronti a raccontare sui più frequentati ambienti virtuali lo svolgimento di un rito nuziale. La notizia, pubblicata da Vita. it, descrive nel dettaglio questo nuovo servizio messo a disposizione da una catena di hotel di New York: a fronte di tremila euro, esperti in giacca e cravatta pronti a gestire la veste virtuale degli sposi, inserendo foto e video, creando hashtag ad hoc, blog, storyboard con tutti i post, frasi e dettagli del giorno del "sì".

giovedì 13 marzo 2014

Auguri papa Francesco, auguri Chiesa!


Accadde un anno fa eppure sembra trascorso per certi aspetti un giorno, per altri versi un secolo.
Un anno fa veniva eletto come 266° pontefice della Chiesa cattolica il cardinale argentino Jorge Mario Bergoglio. Da arcivescovo di Buenos Aires a vescovo di Roma, dalla fine del mondo al centro dell'Europa e di un mondo sempre più secolarizzato ma bisognoso di quella misericordia e tenerezza che solo Dio può dare, anche attraverso il successore di Pietro.

sabato 8 marzo 2014

La complementarietà come emancipazione

Non ho mai condiviso la festa delle donne, preferendo semmai volgere il mio pensiero a questa data come Giornata internazionale della donna. 
Il distinguo non è una quisquilia formale, dando per scontato che noi tutti - soprattutto le donne - si sia al corrente di cosa sta dietro questa data, quali fatti, quali rivendicazioni, quali sconfitte e quali vittorie.

lunedì 24 febbraio 2014

Frescobaldi, Michelangelo e i Frati minori conventuali

Frescobaldi, Michelangelo e i frati minori conventuali saranno al centro del “Frescobaldi international festival of music”, in programma dal 26 febbraio al 2 marzo alla Basilica romana dei Santi Apostoli, a due passi da Piazza Venezia.
La terza edizione del Festival proporrà l'esibizione di importanti artisti internazionali oltre a un'originale e inattesa chiave di lettura sul rapporto tra l'Ordine dei Frati minori conventuali e Michelengelo Buonarroti, nel 450° anno dalla sua morte.

lunedì 10 febbraio 2014

La lezione di papa Benedetto, un anno dopo

Un anno fa, come domani, papa Benedetto XVI comunicava la decisione di lasciare il pontificato. Un annuncio inatteso, seguito da tante reazioni, da giudizi sommari e superficiali ma anche da analisi che hanno saputo mettere in luce la portata storica e il coraggio di una simile scelta.


Una decisione propria non di una personalità debole e remissiva, bensì di un uomo capace di esaminare lucidamente la propria coscienza e riconoscere che, per il bene della Chiesa, era opportuno fare un passo indietro e lasciare spazio a chi aveva forze ed energie maggiori.

martedì 4 febbraio 2014

La povertà secondo papa Francesco

Il tema del messaggio di papa Francesco per la Quaresima - "Si è fatto povero per arricchirci con la sua povertà" - rappresenta qualcosa di più di un'occasione di riflessione e di invito alla "spogliazione" ma è una vera e propria esegesi sul concetto di povertà.
 
Un tema che, ripreso dalla seconda lettera di Paolo ai Corinzi, offre "una visione integrale della povertà", così come sottolineato dal cardinale Robert Sarah, presidente del Pontificio Consiglio Cor Unum, nel corso della conferenza stampa di presentazione del documento in Sala Stampa Vaticana, alla quale hanno partecipato anche monsignor Giampietro Dal Toso, segretario del medesimo Pontificio Consiglio, monsignor Segundo Tejado Munoz, sotto-segretario del Dicastero e i coniugi Anna Zumbo e Davide Dotta, missionari in Haiti.

venerdì 31 gennaio 2014

Piove su Roma e sulla cattiva politica

Piove su Roma ma i millimetri di acqua caduti in eccesso sulla capitale non stemperano l'acredine delle immagini che, negli ultimi giorni, ci hanno raccontato le cronache parlamentari.
Scene che dimostrano quanto sia caduto in basso il livello medio della rappresentanza politica nel nostro Paese, di come la maleducazione abbia preso il sopravvento sulle proposte serie e concrete. In una parola su quella che dovrebbe essere la politica come gestione della cosa pubblica, del bene comune e quindi non degli interessi di parte.

giovedì 30 gennaio 2014

L'epoca delle copertine

La notizia della copertina di Rolling stone dedicata a papa Francesco è finita su tutte le testate, creando quel solito effetto "marcia delle pecore " con quasi tutti i media rigorosamente e disciplinatamente allineati a riportare la buona notizia.

Sicuramente in sé lo è: papa Francesco, con il suo stile, sta conquistando le attenzioni di ambienti tradizionalmente disattenti verso la Chiesa, attratti da quegli atteggiamenti così spontanei e immediati, fuori dai tradizionali schemi pontifici e più affini, semmai, a un amato e amabile parroco.

martedì 28 gennaio 2014

"L'informazione è una questione di sguardo, di profondità spirituale dello sguardo"

Sono aperte le iscrizioni alla seconda edizione del Premio giornalistico "Giuseppe De Carli", promosso per il secondo anno consecutivo dall'Associazione culturale "Giuseppe De Carli - Per l'informazione religiosa", con una novità: l'introduzione della categoria "Giovani".  
Il Premio, destinato a giornalisti che operano nell'ambito dell'informazione religiosa, è dedicato alla memoria del vaticanista fondatore e responsabile della Struttura RAI Vaticano, maestro di professionalità, di etica e di amore nel raccontare la Chiesa nella sua storia così come nella sua quotidianità.

lunedì 27 gennaio 2014

Il furto della reliquia di Giovanni Paolo II e la profanazione dei nostri sentimenti

A San Pietro della Ienca - il piccolo borgo dove si trova il santuario dedicato a Giovanni Paolo II - tutto testimonia la presenza di Karol Wojtyla e forse, proprio per questo, il furto della sua reliquia appare ancora più una profanazione, anche dei nostri sentimenti.
Questo grazioso luogo, adagiato ai piedi del Gran Sasso è stato per innumerevoli volte la meta delle uscite segrete di Giovanni Paolo II, desideroso di dilatare gli spazi angusti del Vaticano verso orizzonti ben più ampi, come può essere questo imponente gruppo montuoso.
La montagna abruzzese era la meta dello sportivo Karol Wojtyla, della sua passione per lo sci, per le passeggiate e in particolare per il silenzio, quello che permette la contemplazione del creato e la preghiera.

venerdì 24 gennaio 2014

La parabola del buon comunicatore

Nell'epoca delle continue innovazioni tecnologiche, degli strumenti che sembrano potersi sostituire in tutto all'uomo, della tentazione a delegare loro persino i rapporti interpersonali, papa Francesco ci ricorda che "la comunicazione è, in definitiva, una conquista più umana che tecnologica". Nel messaggio per la 48ª Giornata mondiale delle comunicazioni sociali dal titolo "Comunicazione al servizio di un’autentica cultura dell’incontro" (che sarà celebrata il 1° giugno), il papa richiama con decisione alla centralità dell'uomo.
Non è un freno alla corsa della tecnologia o una critica ai suoi prodotti ma un deciso invito a far salire su questa diligenza, talvolta in folle corsa, l'uomo così da renderlo cocchiere di questo appassionante viaggio.