Pagine

Cerca nel blog

mercoledì 25 giugno 2014

Il buon giornalismo religioso: ultimi giorni per iscriversi al Premio "Giuseppe De Carli"

Saranno tre i settori giornalistici che riceveranno un riconoscimento nella seconda edizione del Premio “Giuseppe De Carli”, bandito dall’omonima Associazione: testi scritti, servizi radiofonici e servizi televisivi
Gli stessi settori saranno premiati anche nella categoria “Giovani”, che comprende coloro che al 31 dicembre 2013 non abbiano superato il 30º anno d’età.

sabato 21 giugno 2014

I vincitori del Premio Ratzinger 2014

La francese Anne-Marie Pelletier e il polacco Waldemar Chrostowski sono i vincitori della quarta edizione del Premio Ratzinger, promosso dalla Fondazione vaticana Joseph Ratzinger-Benedetto XVI, che sarà conferito il prossimo 22 novembre. I nomi dei due vincitori sono stati comunicati durante la conferenza stampa nel corso della quale è stata presentata un'altra importante iniziativa: il convegno sul tema "Il rispetto per la vita, cammino per la pace" che si terrà il 23 e 24 ottobre presso la Pontificia Università Bolivariana di Medellín, in Colombia.


lunedì 9 giugno 2014

Un abbraccio di fratellanza. Ma adesso tocca anche alla politica

Ancora una volta la luna ha fatto capolino nello spicchio di cielo sopra il Vaticano per scrutare una pagina che entrerà, indipendentemente dagli esiti, nella storia mondiale.
Era stato san Giovanni XXIII a pronunciare, la sera dell'11 ottobre del 1962 all'apertura del Concilio Vaticano II, quel celebre discorso. "Si direbbe che persino la luna si è affrettata, stasera a guardare questo spettacolo".  
Ieri sera, volgendo lo sguardo al cielo, si notava distintamente una luna quasi espressiva sovrintendere allo storico abbraccio tra papa Francesco, il presidente dello Stato di Israele Shimon Peres, quello dello Stato di Palestina Mahmoud Abbas e il Patriarca ecumenico Bartolomeo I.

venerdì 6 giugno 2014

Il mondo guarda con speranza al Vaticano e all'incontro per la pace convocato da papa Francesco

La pace imbocca la strada della preghiera, per prendersi una pausa dalla politica e restituire la speranza. 
È questo, in estrema sintesi, il senso dell'incontro convocato per il tardo pomeriggio di domenica da papa Francesco in Vaticano e al quale parteciperanno il presidente israeliano Shimon Peres e quello palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen), alla presenza del Patriarca ecumenico Bartolomeo.