Pagine

Cerca nel blog

mercoledì 10 giugno 2015

Il Premio dedicato all'informazione religiosa

Sono aperte, sino al prossimo 30 giugno, le iscrizioni per partecipare alla terza edizione del Premio “Giuseppe De Carli”, dedicato ai giornalisti che operano nell’ambito dell’informazione religiosa.


Il Premio annuale, promosso dall’Associazione culturale “Giuseppe De Carli – Per l’informazione religiosa” ha l’obiettivo di ricordare la grande figura, umana e professionale, del giornalista Rai responsabile di Rai Vaticano, scomparso il 13 luglio del 2010, facendo tesoro proprio dei suoi valori e insegnamenti, andando così a premiare quei lavori che rispondono alla serietà, professionalità, forte motivazione, entusiasmo e chiarezza cui ci ha abituati De Carli negli anni in cui ha raccontato i papi e le vicende ecclesiali.  
Possono partecipare al Premio i giornalisti che operano nell’ambito dell'informazione religiosa, nei settori della carta stampata, dell’emittenza radiofonica, televisiva e dei nuovi media, in testate sia nazionali che internazionali.

È inoltre istituita una categoria "giovani", a cui possono accedere coloro che non superino il 30º anno di età alla data del 31 dicembre dell'anno in cui viene bandito il Premio.


A giudicare i lavori sono, ogni anno, docenti universitari, giornalisti, operatori della comunicazione, religiosi e persone che hanno lavorato a stretto contatto con Giuseppe De Carli.

Il Premio rappresenta un importante momento di riconoscimento e di divulgazione di un giornalismo di qualità, inserendosi in un impegno costante finalizzato a far comprendere come la formazione e la serietà siano i capisaldi della professione, richiamando alla concezione che del giornalismo aveva lo stesso Giuseppe De Carli: una missione di cui farsi carico con convinzione, competenza e dedizione, come si trattasse di un vero e proprio apostolato.

Il Premio è stato vinto nella prima edizione (2013) da Lucio Brunelli (Tg2 Rai) e da Elisa Bertoli (Korazym.org per la sezione giovani), nella seconda da Aldo Maria Valli (Tg1 Rai, nella foto a destra), da Andrea Tornielli (La Stampa) e da Daniele Bellocchio (L’Espresso, per la categoria giovani).

Ogni edizione prevede anche un Premio alla carriera, sinora attribuito a Marco Tosatti e a Luigi Accattoli.

L’iniziativa gode del sostegno accademico della Pontificia Università della Santa Croce e della Pontificia Facoltà teologica “San Bonaventura” Seraphiucm, del patrocinio – tra gli altri – dell’Ordine nazionale dei giornalisti, dell’UCSI (Unione cattolica della stampa italiana), di Rai Vaticano, della FNSI (Federazione nazionale della stampa italiana), della FISC (Federazione italiana dei settimanali cattolici).   

Ogni anno, in occasione della cerimonia di premiazione, l’Associazione “Giuseppe De Carli” promuove una tavola rotonda per favorire il confronto sull'attuale situazione e sugli scenari futuri dell'informazione religiosa, con la partecipazione di importanti personalità del mondo dell’informazione e dell’ambiente ecclesiastico.


Per le info sull'Associazione e sul Premio, clicca qui



Nessun commento:

Posta un commento