Pagine

Cerca nel blog

domenica 27 aprile 2014

I santi secondo Joseph Ratzinger


L'intensità di questa domenica, con la canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, non può concludersi con un semplice bilancio della giornata.
Non può bastare pensare allo svolgimento della cerimonia, alle emozioni vissute in un preciso istante o all'eco provocata dai media di tutto il mondo.
La Chiesa non riconosce la santità per creare eventi liturgici o per aumentare le pagine del Martirologio romano bensì per indicare la traccia di un cammino che possa essere seguito da ognuno di noi.

Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II sono santi, anche per la Chiesa

La devozione popolare da tempo li considerava santi e stamani la Chiesa ha riconosciuto la santità di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II, il papa della docilità allo Spirito e il papa della famiglia così come Francesco ha definito i due predecessori nel corso dell’omelia per la canonizzazione.
Una giornata storica, non solo per la santificazione contemporanea di due papi ma soprattutto per la presenza di due pontefici, il regnante Francesco e l’emerito Benedetto XVI che ha preso parte alla cerimonia tra i cardinali concelebranti, accolto al suo ingresso da un lungo applauso della piazza.

sabato 26 aprile 2014

Grande attesa per la cerimonia di domani con papa Francesco e Benedetto XVI

Per la prima volta nella storia della Chiesa saranno presenti due pontefici alla cerimonia di canonizzazione di altrettanti predecessori. La conferma sulla partecipazione del papa emerito Benedetto XVI è stata data stamani durante l’ultimo dei sette briefing della settimana, appuntamenti nel corso dei quali la sala stampa della Santa Sede ha offerto approfondimenti sulle figure di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II.

venerdì 25 aprile 2014

Preghiera, lavoro e sorriso: gli ingredienti della santitá di Giovanni Paolo II

Per ventidue anni ha incontrato i giornalisti nella Sala Stampa della Santa Sede per comunicare al mondo l’attività magisteriale di papa Giovanni Paolo II. Oggi Joaquin Navarro-Valls è tornato per commentare la santità di quel pontefice che lui stesso ha percepito sin dalla prima volta che lo ha visto pregare.

Una sensazione chiara perché in fin dei conti, come ha detto l’ex portavoce di Giovanni Paolo II,  "o uno è santo mentre è vivo o non lo sarà mai”.

Il programma della canonizzazione e della vigilia di preghiera

Sarà una veglia di preghiera e di riflessione quella di sabato sera, con una speciale “notte bianca” che condurrà alla cerimonia di canonizzazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, in programma domenica mattina in piazza San Pietro.
Nel consueto briefing pre-evento, organizzato dalla Sala Stampa della Santa Sede, sono state fornite questa mattina ulteriori informazioni relative alla cerimonia di domenica e alle iniziative collaterali.

Le telefonate, private, di papa Francesco

Non si attenua la grande e prevedibile eco mediatica sulla presunta telefonata di papa Francesco alla signora argentina sposata civilmente con un uomo divorziato durante la quale il pontefice avrebbe detto  che può fare la comunione e che in Vaticano sarà presto affrontata la questione dei divorziati risposati e della possibilità di accedere all’eucarestia.
Un tema di grande delicatezza, al centro di numerose e decise prese di posizione anche in vista del prossimo sinodo dei vescovi, previsto in ottobre, nel corso del quale sarà trattato pure questo argomento molto atteso.

lunedì 21 aprile 2014

Gli incontri per l'evento mediatico della canonizzazione

Foto Evandro Inetti
Conto alla rovescia per l'atteso evento di fede di domenica 27 aprile, con la cerimonia di canonizzazione di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II.
Papa Francesco presiederà in piazza San Pietro la cerimonia nel corso della quale papa Roncalli e papa Wojtyla saranno proclamati santi, con l'auspicio dei fedeli che su quell'altare possa essere presente anche il papa emerito Benedetto XVI, fortemente legato a entrambi i pontefici.

sabato 19 aprile 2014

Buona Pasqua!

Ai lettori del mio blog auguri di cuore, perché ognuno riesca a comprendere, interiorizzare e testimoniare il senso più profondo della Pasqua!
 

mercoledì 16 aprile 2014

Auguri e grazie, papa Benedetto!

Il 16 aprile di 87 anni fa nasceva Joseph Ratzinger, eletto papa il 19 aprile del 2005 con il nome di Benedetto XVI.
Un pontificato condotto con grande forza e coraggio, come estremamente coraggiosa è stata la sua decisione, comunicata in quello storico 11 febbraio del 2013, di rinunciare al pontificato.
Un papa spesso non compreso nella sua grande profondità e umiltà, giudicato ricorrendo alle facili etichette della semplificazione che ne hanno tracciato un profilo improntato alla freddezza e al conservatorismo.
Un papa che, se solo fosse stato ascoltato senza fermarsi all'immagine, sarebbe stato conosciuto nella sua profondità ma anche nella sua accessibile semplicità teologica, nella sua grande preparazione, in quell'attenzione all'uomo che niente aveva da "invidiare" ai predecessori né, oggi, al successore.

mercoledì 2 aprile 2014

Un santo per amico

Nove anni fa moriva il papa che ha impresso una nuova dimensione pubblica al papato e che ci ha avvicinati al concetto di santità grazie anche a quella capacità di contemperare la dottrina con le esigenze della modernità.
Ripensare oggi al pontificato di Giovanni Paolo II significa guardare lontano e non solo in senso temporale. Era il 16 ottobre del 1978 quando fu eletto e da quel giorno cominciò una rivoluzione improntata alla fermezza dei valori e alla dolcezza dei sentimenti: via i regimi totalitari contro i quali Karol Wojtyla frappose tutta la sua energia morale e porte aperte, anzi spalancate, a Cristo e quindi a ogni uomo.